Proroga - Sforamenti dei limiti di emissioni delle PM10, ordinanza nei Comuni del Comprensorio

Prorogato il divieto di accensione di fuochi all'aperto e abbruciamenti di sfalci, potature, residui vegetali o altro e limitare l’utilizzo di riscaldamento e auto. A partire dal giorno martedì 14.01.2019 e fino al giorno sabato 18.01.2019 per un ulteriore periodo di 5 giorni.

La lettura del Bollettino della qualità dell'aria e del relativo ICQA sul sito web della stessa ARPAT in data 12/01/2020 ha indicato ancora presenti condizioni meteo favorevoli all'accumulo degli inquinanti (previsioni meteo critiche), con conseguente passaggio al valore 2 in quanto la somma tra il numero di giorni di superamento di PM10 rilevati ed il numero di giorni con condizioni meteo favorevoli all'accumulo degli inquinanti risulta maggiore o uguale a 7.

Il Piano prevede che, nel caso in cui siano sette i superamenti consecutivi su 10 giorni (sia registrati, sia previsti rispetto alle condizioni meteo), nel periodo dal 1 novembre al 31 marzo, è obbligatorio emettere l'ordinanza.

I sindaci invitano inoltre i cittadini a seguire comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni di PM10 limitando l’utilizzo di legna in caminetti aperti o stufe tradizionali, a meno che questa non sia l'unica fonte di riscaldamento dell'abitazione, e limitando l'utilizzo di mezzi privati di trasporto, privilegiando l’uso di quelli pubblici o di altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale (elettrici o a gas).