Si alla Vendita di bevande nei comuni del Comprensorio

E’ consentita la vendita per asporto di bevande unitamente ai cibi cotti o preparati, in aggiunta al servizio della consegna al domicilio di alimenti e bevande. E’ questo il senso della ordinanza emessa dai comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli Valdarno, Santa Maria a Monte, Santa Croce sull’Arno e San Miniato.

Viene data un' interpretazione estensiva della ordinanza numero 41 della Regione Toscana, che aveva previsto la vendita per asporto degli alimenti da parte degli esercizi commerciali.

A seguito di questa diposizione, che già dalla scorsa settimana ha permesso di effettuare l’asporto degli alimenti da parte di attività di ristorazione, erano pervenute richieste da parte degli stessi esercenti e delle associazioni di categorie volte a poter effettuare la vendita anche di bevande, ampliando così la possibilità di lavoro dei commercianti.
A conferma del percorso che viene intrapreso, anche il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, entrato in vigore nella giornata di lunedì ma che produrrà effetti dalla data del 4 maggio, stabilisce la possibilità della vendita da asporto da parte delle attività commerciali.

La vendita delle bevande, unitamente ai cibi cotti o preparati, in aggiunta al servizio della consegna al domicilio di alimenti e bevande viene sottoposta ad alcune prescrizioni molto rigide, finalizzate ad impedire la diffusione del contagio:

  • ordinazione dei prodotti ammessa esclusivamente tramite telefono o on line;
  • ritiro dei prodotti presso l’esercizio in forma scaglionata onde evitare assembramenti presso l’esercizio (esterno ed interno);
  • esclusione di ogni forma di consumo sul posto con esclusione tassativa di consumo in spazi ed aree pubbliche o aperte al pubblico.